Alessandro Milani, liutaio per amore della musica
Articolo di Silvia Lago

Benvenuto nella nostra WebTV!

Entra nel mondo di Alessandro e guarda la nostra video intervista a Alessandro Milani liutaio sulla nostra WebTV!

Clicca qui!

Musica, legno, colori: entrando nel laboratorio di liuteria di Alessandro Milani si respira un’intensa ventata di passione per il proprio lavoro. Un lavoro antico e completamente artigianale, come si faceva secoli fa, che dà vita a nobili strumenti artistici: violini, viole e violoncelli. 

Alessandro lavora precisamente a Boca, in provincia di Novara, ed è qui che le vostre api di Italian Bees si sono posate oggi.

Ciao Alessandro, grazie per averci mostrato il tuo laboratorio. Com’è nata la tua attività?

La mia carriera è iniziata nel settore della musica. Ho studiato violino in Conservatorio a Milano, poi ho deciso che la mia carriera sarebbe stata diversa. Un musicista deve avere delle qualità particolari, deve suonare davanti a un pubblico, deve stare sotto ai riflettori e suonare per qualcun altro. Deve sempre mettersi in gioco e per uno con un carattere timido come il mio non era la strada migliore. Allora ho deciso di fare il tentativo di iniziare a lavorare dietro le quinte. Ho così fatto quattro anni di apprendistato a Milano, in una bottega. Un vero e proprio garzone, come si faceva in passato, che a fine giornata pulisce e mette a posto gli utensili. Sono stati quattro anni molto belli e importanti, che mi hanno insegnato molto e mi hanno permesso di mettere in piedi la mia attività. 

Da quanto tempo lavori come liutaio?

Ormai sono 13 anni che ho la mia attività e sono specializzato in strumenti ad arco: violini, viole e violoncelli. Inoltre restauro anche strumenti antichi. Solitamente i liutai tendono a specializzarsi, quindi ad esempio chi si occupa di chitarre, mandolini o strumenti a pizzico in generale tende a non occuparsi di strumenti ad arco e viceversa, anche se ci sono molte eccezioni.


Oltre agli strumenti ad arco hai qualche produzione particolare?

Tra i vari progetti che ho messo in piedi c’è anche la realizzazione di accessoristica per strumenti: montature, cordiere, mentoniere, pioli. Questi sono oggetti che solitamente si comprano già realizzati, ma io appunto sto creando una produzione propria. Tra l’altro sto per avviare un sito e-commerce per vendere questi prodotti anche su internet. 

A che tipo di clientela ti rivolgi?

Costruisco viole, violini e violoncelli, e mi rivolgo a musicisti di ogni tipologia. Quindi dallo studente all’orchestrale e al concertista. Oltre al discorso delle riparazioni c’è quello del restauro, quindi su strumenti sia antichi che moderni offro anche il servizio di messa a punto e manutenzione. 

È vero che crei artigianalmente anche i colori per i tuoi strumenti? 

Sì, esatto. Una componente molto importante di uno strumento è la vernice, perché oltre che proteggere lo strumento ha anche un impatto estetico. È una sorta di vestito che protegge lo strumento e ne migliora anche le proprietà acustiche. 

Parlando di vernice, io vernicio con la gomma lacca, quindi una vernice a base alcolica. Inoltre mi piace colorare le mie vernici con dei coloranti che estraggo dai trucioli di legno.