Con Daniela Argenti la decorazione d’interni dà personalità all’abitazione
Articolo di Francesco Fravolini

Benvenuto nella nostra WebTV!

Entra nel mondo di Daniela e guarda la nostra video intervista a Studio ADP21 sulla nostra WebTV!

Clicca qui

La decorazione degli interni di un’abitazione è importante quando vogliamo realizzare quell’ambiente che garantisce il comfort desiderato. Diventa fondamentale personalizzare le stanze con un’adeguata scelta della tipologia di decorazione. C’è quel famoso apporto personale che conferisce la particolarità distintiva all’abitazione, evidenziando la personalità della persona che abita quella casa. Non può sfuggire nemmeno quel minimo dettaglio durante l’arredamento e anche la scelta di una cornice di un quadro può determinare la differenza.

Daniela Argenti è specializzata nelle decorazioni e nelle realizzazioni di oggetti pensati proprio per la casa, al fine di arricchire e personalizzare un’abitazione. Con la capacità delle sue creazioni artigianali riesce ad ascoltare le esigenze del cliente per pensare e creare la tipologia adeguata dell’oggetto o addirittura della decorazione adatta.

Entriamo nel laboratorio di Daniela Argenti in via Rolli 30 a Roma, vicino alla stazione Trastevere, per conoscere le tipologie di decorazione, senza tralasciare la conoscenza delle modalità di arricchire la propria casa con piccoli lavori pensati per un determinato ambiente.

Buongiorno Daniela, come nasce l’attività artigianale?

«Questo lavoro nasce dalla frequentazione all’interno di teatri, sui set televisivi; in qualche modo una persona sviluppa una propria strada, un personale percorso culturale. Nel mezzo di questi momenti c’è anche il tempo di realizzare un oggetto e sapere che rimane. Ciò che mi ha affascinato moltissimo è stata l’opportunità di entrare in una casa e di parlare con una persona che decide di personalizzare e, di conseguenza, conferire carattere a una parete, a un mobile.

Voglio sottolineare che in questo periodo ripongo maggiore attenzione alla decorazione realizzata sulle pareti perché mi sto specializzando in questo settore. Le pareti possono essere quadri che coprono interamente la superficie oppure soltanto dei dettagli.

Ogni lavoro nasce sempre mediante un dialogo con la persona (cliente) perché lentamente si deve conoscere il suo gusto, senza tralasciare quello che potrei definire il divenire di un’idea. Ed è proprio per questo motivo che la decorazione diventa affascinante e creativa: ciascuno conferisce con la propria idea, apportando un piccolo dettaglio a quella che diventerà l’opera finale. Queste campionature e altri lavori già realizzati sono la testimonianza del lavoro svolto in team proprio con la persona».

Decorazioni e oggetti come contraddistinguono un’abitazione?

«Le campionature sviluppate a seconda dell’esigenza della persona sono veramente tante. Si possono utilizzare gli spessori con i colori, variazioni di toni. Il momento più interessante arriva alla conclusione del lavoro perché diventa parte integrante della casa. E questo è il risultato di un’attività realizzata insieme. Ciò che mi preme evidenziare è che la persona, quando guarda l’oggetto, si sente coinvolta perché è partecipe di quel manufatto in quanto c’è una parte di sé».


Che lavorazione adotta per una decorazione?

«Tutto il lavoro si basa principalmente sull’ascolto. È importante seguire le persone perché loro percepiscono questo approccio che deve essere delicato ma attento alle loro richieste. Tutto ciò appare con molta chiarezza perché è un linguaggio non detto ma certamente che consente di comprendersi perfettamente. È anche importante ascoltare e interpretare ciò che la persona desidera perché permette di iniziare con un’idea magari timida, discreta e invece si finisce con la realizzazione di un piccolo progetto che nemmeno si pensava potesse essere possibile. Ciò accade poiché è veramente molta la bellezza e la personalità che emergono proprio mediante un’interpretazione delle richieste della persona. E questo permette di trasformare questo lavoro in un costante momento dove scoprire nuovi oggetti imprevedibili, che esprimono il meglio dell’artigianato conferendo unicità all’oggetto.

Tutto ciò significa che si crea un oggetto dal nulla, senza acquistarne uno già pronto che non può avere quella personalità e quell’originalità. La nostra vita, d’altronde, è proprio così: anche se vogliamo progettare non possiamo sapere cosa accadrà nel futuro perché c’è sempre un quid in più che rende tutto più magico».

Quali informazioni ascoltare da un cliente?

«Quando si entra in una casa e si parla con le persone si comincia a capire l’ambiente. Durante questa visita si comprende come e dove inserire la decorazione perché si scoprono lentamente le caratteristiche peculiari dell’arredamento.

Sono molteplici gli interventi: sui mobili, sulle pareti, lavorare con la resina ma in maniera artistica, scegliere il giusto colore. Voglio ricordare che una casa si vive sempre in movimento e di conseguenza anche un piccolo gioco di colori rende dinamico l’ambiente. Quindi sono il colore, la luminosità e le ombre ad accompagnare il vissuto quotidiano di una persona all’interno della casa, senza dimenticare ciò che la decorazione può apportare all’interior design della casa».


La Bibì: un angolo di casa a Sarzana
Articolo di Beatrice Amadei