Roberta Parlapiano Jewelry: gioielli come piccole sculture
Articolo di Maria Orlandi

“Certi amori fanno dei giri immensi e poi ritornano” è proprio questo il caso di dirlo. Roberta Parlapiano, infatti, dopo il diploma in Moda e Costume, prosegue gli studi laureandosi in Scienze Politiche, ma quando decide di seguire un corso di taglio e cucito riscopre invece la sua indole creativa e “rock” e il mondo trasparente e luminoso delle perline.

Un incontro fortuito, ma in fondo scritto nel destino di Roberta, che oggi realizza piccole sculture di vetro e pelle. Gioielli perfetti come solo gli oggetti realizzati a mano possono essere, e originali, sebbene non nel senso comune del termine ma nel suo significato più profondo, perché Roberta Parlapiano crea oggetti unici, che nascono dalla perfetta connessione che nasce ogni volta con chi li indossa. Ogni gioiello è una storia a sé, scritta e narrata insieme alla cliente, grazie alla consulenza della designer che dedica alle personalizzazioni un ampio capitolo delle sue produzioni.

Quando hai iniziato a creare gioielli con le perline?

Ho iniziato a maneggiare le perline intorno al 2008 - 2009. All’epoca frequentavo un corso serale di taglio e cucito e, mentre acquistavo tessuti, ho scoperto e comprato i primi attrezzi per realizzare gioielli. Da lì, poi, è cresciuta la mia curiosità a riguardo e ho iniziato a documentarmi: prima online guardando video su Youtube e poi acquistando una serie di libri, perlopiù americani, che sono diventati il mio strumento di studio principale. Su quei testi, infatti, ho appreso che esistono diverse tecniche per poter lavorare le perline.