Dove l'arte incontra il quotidiano: la ceramica funzionale di Claylab
Articolo di Jennifer Riboli

Benvenuto nella nostra WebTV!

Entra nel mondo di Luca e guarda la nostra video intervista a Claylab sulla nostra WebTV!

Scopri di più

Un portone, poi una grande scalinata e infine una distesa di vasi, piatti, tazze, vassoi. Siamo in una viuzza nel cuore di Bergamo, a Claylab, il laboratorio di ceramica di Luca Pedone. In questo spazio Luca si dedica principalmente alla ceramica funzionale, applicando la magia del pezzo unico fatto a mano a utensili di uso quotidiano per la casa e il ristorante.

Ciao Luca! Come sei arrivato in questo laboratorio?

Io nasco come architetto: ho frequentato il liceo artistico, poi la facoltà di Architettura presso il Politecnico a Milano e, finita questa, ho avviato il mio studio di architettura: qui mi occupavo anche di comunicazione per le aziende, dal logo fino alle campagne pubblicitarie.

Con la crisi del 2008 diversi miei clienti sono falliti, altri non pagavano più, quindi ho dovuto tirare i remi in barca; inoltre, il proprietario dei locali del mio studio aveva rivoluto lo spazio e perciò avevo portato il mio lavoro a casa, dove organizzarmi era più difficile. 

Insomma, mi trovavo a un bivio: trovare lavoro presso qualcuno oppure inventarmi qualche cosa. Per caso in un colorificio ho trovato il volantino di un maestro di ceramica e ho deciso di iscrivermi, pensando che così mi sarei distratto dai pensieri del lavoro e dallo stress dalla crisi. Invece mi è piaciuto così tanto che ho pensato potesse essere una nuova possibilità. 

Così ho comprato forno e tornio e, per circa un anno, ho lavorato a casa; quando l’attività è divenuta troppo ingombrante, ho cercato un laboratorio: il primo era a 400 metri da qui, ci sono stato tre anni. Ora sono qui da quattro anni e sono abbastanza comodo, anche se sto comunque cercando uno spazio più grande.